itenfrdeptes

Terza Giornata di Studio 2017

Caserta, 24 maggio 2017 – “Erano giovani e forti - Caserta e i suoi figli nella Grande Guerra” torna ad accendere i riflettori sulla Prima Guerra Mondiale con la Terza Giornata di Studi sul tema. Questa mattina, presso il Teatro Comunale di Caserta, gli alunni degli Istituti scolastici e i cittadini che vi hanno partecipato, hanno potuto cogliere nuove chiavi di lettura sulle vicende dell’immane conflitto che sconvolsero il cuore dell’Europa tra il 1914 e il 1918. Ad accogliere i partecipanti, il saluto del Sindaco di Caserta, Avvocato Carlo Marino entusiasta dell’iniziativa quale mezzo prezioso per rafforzare l’identità casertana e del Comandante della Brigata Bersaglieri Garibaldi, Generale Nicola Terzano che ha rivolto un doveroso pensiero ai tristi eventi di Manchester, al sacrificio dei giudici Falcone e Borsellino e ai caduti di ogni epoca della Brigata Garibaldi.

Le tematiche affrontate hanno reso la giornata ricca di contributi e momenti di riflessione attraverso il susseguirsi delle esposizioni di illustri relatori, moderati dalla giornalista Daniela Volpecina. I professori Domenico Proietti e Claudia de Biase, dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, hanno affrontato temi di natura umanistica e architettonica: dalle scritture della Grande Guerra agli strumenti urbanistici per la ricostruzione post conflitto. Alla giornalista e scrittrice Donatella Trotta, invece, il compito di “mettere a fuoco” con gli occhi delle donne la Prima Guerra Mondiale, attraverso due approfondimenti.

L’avvocato Alberto Zaza d’Aulisio, presidente della società di Storia Patria e Terra di Lavoro, si è soffermato sull’ attività della Croce Rossa e dei suoi uomini sia nelle retrovie di Terra di Lavoro che al fronte. Nel corso della sua relazione, sempre ricca di curiosità e dettagli, ha presentato il diario dattiloscritto inedito dell’ambulanza 75 del Comitato di Belluno redatta dal tenente commissario Ernesto Campese che offre un avvincente spaccato sull’azione umanitaria svolta dai militari delle CRI nella Grande Guerra al fianco della Sanità Militare.

A concludere questo nuovo appuntamento, la proiezione del video prodotto dagli allievi del Liceo Classico “Giannone” primo classificato nelle selezioni Regionali delle Olimpiadi del Patrimonio di Roma e quarto nella graduatoria nazionale.

www.eranogiovanieforti.it, lo ricordiamo, è la piattaforma all’interno della quale è possibile trovare notizie, informazioni, contributi e aggiornamenti, unitamente al database nel quale è possibile ricercare le notizie sui militari dei centoquattro comuni della provincia che caddero durante la Grande Guerra.

Il progetto, come ormai noto, ha messo in rete Enti, Istituzioni e Associazioni del territorio: Comune di Caserta, Provincia di Caserta, Brigata Bersaglieri Garibaldi, Seconda Università degli Studi di Napoli, Reggia di Caserta, Archivio di Stato di Caserta, Ufficio IX dell’U.S.R. per la Campania Ambito Territoriale di Caserta, Società di Storia Patria di Terra di Lavoro e Confartigianato, uniti da un unico obiettivo, onorare la memoria degli oltre 5000 caduti casertani che   sacrificarono la propria vita per l’Italia.


Abstract dell’intervento dell’Avvocato Alberto Zaza d’Aulisio

L’avvocato Alberto Zaza d’Aulisio, presidente di Storia Patria di Terra di Lavoro e Tenente Colonnello com. del Corpo di Croce Rossa Italiana, ha discusso dell’impegno della benemerita associazione internazionale, presente sui campi di battaglia fin dalla terza Guerra di Indipendenza Nazionale e, oggi, anche fuori area, lì dove le nostre forze armate operano in missione di pace nonchè nel soccorso alle emergenze sul territorio nazionale. Un intervento focalizzato sull’attività della Croce Rossa, dei suoi uomini tanto nelle retrovie di Terra di Lavoro, quanto al fronte. Interessanti gli spunti di approfondimento pervenuti dall’azione di sostegno delle Dame e sorelle di Croce Rossa ai soldati al fronte ed alle loro famiglie attraverso il Comitato di circa 200 iscritte coordinato da Givoannina De Simone moglie del prefetto Diodato Sansone, collaborata dalla tre figlie, grazie alla presenza di un ospedale a Sanata Maria Capua Vetere, ai 4 anni di mobilitazione del tenente medico Felice Parreca e del Capitano Stefano Bolognese di Caiazzo nonché di 3 frati cappuccini di Pignataro Maggiore per l’assistenza spirituale. Preziosa, infine, la presentazione dattiloscritta inedita contenente il diario dell’ambulanza 75 del Comitato di Belluno tenuto dal tenente commissario Ernesto Campese che offre un avvincente spaccato sull’azione umanitaria svolta dai militari di CRI nella Grande Guerra accanto alla sanità militare.

7.png7.png5.png6.png1.png2.png

INFO

  • Il Tuo IP 54.161.40.41

1
Online
Lunedì, 16 Luglio 2018 22:16

VISITE

ERANOGIOVANIEFORTI.IT ©

Diritti Riservati 2014 - 2018